Le crociere

dolphin watchingEscursioni di Dolphin Watching alle Isole Eolie

Scoprite, insieme al nostro staff, l’emozione di un avvistamento in mare aperto.
Se vuoi vivere il mare in totale armonia con la natura, se vuoi imparare a riconoscere i delfini del Mediterraneo, dare un contributo alla ricerca e godere di una rilassante vacanza in barca a vela… …ecco il viaggio che fa per te! L’ADR di Milazzo offre un’occasione unica per vivere una rilassante vacanza in barca a vela, dimenticando i rumori e il caos della citta’ e stare a contatto con il mare in maniera completa.

Durante la navigazione si avra’ la possibilita’ di incontrare e osservare i cetacei che popolano il nostro mare e partecipare cosi’ alle attivita’ di ricerca e di studio dell’ADR.

 

Il progetto

Il tratto di mare compreso tra Milazzo e le isole Eolie rappresenta un luogo di notevole interesse biologico e paesaggistico, una realta’ da tutelare e valorizzare, mediante uno sviluppo economico e sociale, nel rispetto assoluto dell’ambiente.

Le interazioni competitive tra i delfini e la pesca, rappresentano una questione di particolare importanza nel nostro mare. Tale competizione e’ una conseguenza della predazione che i delfini, soprattutto tursiopi (Tursiops truncatus), esercitano sui pesci rimasti intrappo lati nelle maglie delle reti. Provocano quindi la rottura delle reti stesse e conseguenti perdite economiche.

Il tursiope vive principalmente lungo la costa e si nutre, quasi unicamente, di pesci pregiati, quali merluzzi, acciughe e calamari; e’ chiara la competizione alimentare che si crea con l’uomo.

I cetacei si trovano in cima alla catena trofica marina, e il loro benessere e’ un indicatore delle condizioni dell’ecosistema marino.

Numerose testimonianze, fornite soprattutto da pescatori, turisti, sub e dal personale della capitaneria di porto, confermano la presenza di cetacei (in particolare tursiopi) in questa zona e, poiche’ esistono seri pericoli per il decremento della popolazione di questa specie (per es. la carenza di cibo, le ferite provocate dalle reti, la morte a cui vanno incontro per annegamento rimanendo intrappolati), si ritiene necessario, attraverso uno studio e una raccolta dati, valutarne la consistenza, con lo scopo di ridurre in futuro le interazioni con l’uomo, contenere i danni subiti dai pescatori e tutelare cosi’ una specie considerata a rischio. Inoltre, la vicinanza con lo stretto di Messina, considerato un punto di passaggio obbligato per le rotte migratorie dei cetacei (il cosiddetto “Whale gate”), come per esempio i capodogli, che raggiungono le isole Eolie, probabilmente ai fini riproduttivi, rende questa localita’ particolarmente idonea al monitoraggio dei cetacei.

Si tratta di mammiferi particolarmente carismatici ed hanno quindi una maggiore ripercussione sull’opinione pubblica, di conseguenza, aiutano a sensibilizzare sui problemi ambientali.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi